Attualità

Bellizzi, niente luminarie. I soldi risparmiati alle famiglie in difficoltà. La scelta del Comune per un “Natale sobrio e solidale”.

L’emergenza da Covid-19 non consente di vivere al meglio quella che è la festa più amata e attesa dell’anno. L’amministrazione comunale punta ad un Natale sobrio e solidale. Niente luminarie, come per gli anni scorsi, solo qualche illuminazione all’incrocio del centro città ed i fondi risparmiati saranno impiegati per finalità sociali.

<<Stiamo lavorando al nuovo bando per l’acquisto di beni e servizi di prima necessità per le prossime festività. –ci dice il sindaco Volpe- Questo sarà un Natale diverso, meno festoso, con meno luci ma sempre pieno di calore e vitalità. Quelli che erano i costi delle luminarie saranno spesi per accompagnare le famiglie in progetti di solidarietà e di rilancio economico delle nostre attività artigianali e commerciali. Certo ai nostri bambini non faremo mancare la nostra presenza in ogni quartiere>>, conclude Mimmo Volpe.

Questo nei proclami. Ora bisognerà passare ai fatti. Non potendoci abbracciare, in questo modo, seppur lontani ci sentiremo vicini.

Anche il “Presepe Vivente” quest’anno non si farà. Giusta e responsabile la decisone degli organizzatori.

Appuntamento al prossimo anno, quindi, salvo complicazioni.