Attualità

Bellizzi: “Il comune paralizzato dai debiti”. La denuncia della minoranza consiliare.

Il consiglier Maddalo a muso duro. Nel Consiglio Comunale del 30 novembre scorso la minoranza ha evidenziato l’enorme pecca che grava sul bilancio del Comune. Carte alla mano, viene fuori un saldo negativo che i consiglieri Maddalo e D’Alessio hanno prontamente evidenziato: quasi 12 milioni di euro, quale conseguenza della cattiva gestione dell’amministrazione Volpe.

Anche la società municipalizzata affonda nel passivo, e lo testimonia il fatto che diverse unità lavorative sono state sospese da mesi, ormai, e non c’è all’orizzonte una prospettiva di riassunzione.

Anche in questa seduta consiliare la sola maggioranza ha approvato un riconoscimento di debiti fuori bilancio per ulteriori 52mila euro, che sommati ai precedenti (del 2020) si arriva a circa 200mila euro, che non sono bruscolini. Questo evidenzia il cattivo funzionamento dell’ufficio sinistri, fortemente voluto dallo stesso sindaco.

Sull’argomento il consigliere Maddalo dice che <<Nonostante l’affidamento delle vertenze ad avvocati esterni, l’Ente continua a perdere le cause e pagare.  Possiamo affermare quindi che nell’ultimo quinquennio un milione di euro è stato bruciato per debiti fuori bilancio da sentenze esecutive. E’ sicuramente molto più semplice riconoscere debiti fuori bilancio invece che ricostruire un ufficio efficiente ed efficace. I fatti venuti a galla durante gli ultimi Consigli Comunali avrebbero richiesto una manifestazione di disapprovazione anche da parte dei consiglieri di maggioranza.  Inoltre vorrei far rilevare che il diritto di critica è il sale di una democrazia, si può gradire o meno ma va sempre rispettato e l’informazione che diamo dai banchi della minoranza non è propaganda e non può essere sempre compiacente, quando si guida una Comunità bisogna mettere in conto anche la presenza di comunicati negli organi di informazione e manifesti che esprimono una voce diversa da quella governativa! Il voto contrario della Minoranza dovrebbe far riflettere invece che irritare>>, conclude il consigliere Maddalo.