Attualità

Bellizzi: Maccaferri, prorogata cassa integrazione agli operai fino al 31 marzo.

Sono state strappate altre 12 settimane di cassa integrazione straordinaria grazie alle misure anti Covid-19.

Con questo provvedimento i 37 operai della storica azienda metalmeccanica bellizzese rimarranno a casa fino al 31 marzo prossimo.

Del loro futuro ed una possibilità di ripresa dei lavori presso lo stabilimento di Bellizzi le certezze sono davvero poche, se non nulle. I sindacati di categoria, capeggiati da Martino D’Auria, si sono incontrati con i dirigenti dell’azienda online. Il responsabile della Maccaferri, Mario Cetta, ha comunicato al tavolo virtuale che è stata predisposta la proroga della cassa integrazione per dodici settimane, fino al 31 marzo 2021.

Per il resto ancora tutto ancora de definire sul concordato al tribunale di Bologna riguardo il fallimento della Maccaferri e l’ingresso del nuovo gruppo societario guidato da Carlyle.

Da oltre un anno gli operai dello stabilimento di Bellizzi sono senza lavoro per mancanza di commesse, i cancelli d’ingresso della stabilimento sono ancora tristemente chiusi. Nonostante le lotte sindacali per rivendicare il diritto al lavoro, ad oggi nessuno è in grado di poter garantire la ripresa delle produzioni.

Il dirigente dell’azienda Cetta ha ribadito che gli elementi di mercato non sono per niente incoraggianti per il futuro. Va da se che la situazione socio/sanitaria mondiale e di riflesso nazionale, lascia ben poco sperare in una riapertura della fabbrica.