Attualità

Kiev, Mia, la bambina nata in un rifugio antiaereo.

Un messaggio di speranza.

Kiev è successo un piccolo miracolo. Mentre la capitale dell’Ucraina era sotto i bombardamenti russi in un rifugio antiaereo della capitale una donna di 23 anni ha dato alla luce una bambina.

In un rifugio antiaereo di Kiev, in quei cunicoli diventati riparo dalla guerra, una donna ha dato alla luce una bambina. La vicenda è riportata dalla Bbc. Una storia simile, nel suo inferno di guerra ma anche nella bellezza della nascita, era accaduta lo scorso 26 agosto.

In quota a 10mila metri di altezza e non a metri nel sottosuolo: dopo le fiamme di Kabul e l’incubo della persecuzione dei talebani, una giovane donna aveva partorito in aereo.

Da Kabul a Kiev, dal cielo al sottosuolo. Il destino incrociato di Mia con la piccola Havva.

Un messaggio di speranza.